Smaltimento amianto Torino

L’ impiego massiccio dell’amianto nei più svariati settori produttivi inizia già nel 1901. Lo Smaltimento amianto Torino come idea inizia a circolare negli anni trenta. Questo materiale presenta caratteristiche di forte attrattiva per le aziende. In primis, l’incredibile resistenza alla trazione, alla corrosione, all’usura (non a caso, il termine eternit deriva dal latino aeternitas e significa “eterno”). Inoltre, un’intrinseca leggerezza che lo rende facilmente lavorabile e adattabile a qualsiasi tipo di manufatto. Queste proprietà – insieme all’eccezionale resistenza al calore – hanno portato alla diffusione dell’amianto, che all’inizio va a sostituire o ricoprire i materiali infiammabili Il successo dell’eternit fu immediato. Già dal 1911 divenne il materiale più utilizzato soprattutto in edilizia, per la produzione di lastre e tegole, nonché per la realizzazione di tubi destinati alla costruzione di acquedotti che fino agli anni Settanta rappresenteranno lo standard di riferimento per tutto il comparto! Immaginate quanto ne siamo stati inondati…Qualche anno prima, nel 1917, nacque lo stabilimento Eternit di Casale Monferrato. Per molti anni rappresentò il più grande centro di manufatti in fibrocemento d’Europa. Indimenticabili sono le fioriere che fecero la loro comparsa nelle città di mezza Italia a partire dal 1915. Oppure le lastre ondulate (1933) impiegate per la copertura di capannoni o tetti e visibili, purtroppo presenti ancora oggi in molte località italiane.

Procedura dei lavori. Smaltimento amianto Torino

Smaltimento amianto Torino
Smaltimento amianto Torino

La presenza di amianto in un edificio non implica automaticamente lo Smaltimento amianto Torino dei rischi per la salute di chi ci vive. Se però le fibre vengono rilasciate e si disperdono nell’aria possono essere inalate da persone e animali, ed entrare così a contatto con gli organi dell’apparato respiratorio, causando gravi malattie. Per garantire la tua sicurezza chiedi un sopralluogo.  Successivamente si potrà valutare un intervento di bonifica e smaltimento. Procedura di smaltimento Il lavoro di bonifica dell’amianto va eseguito solo da personale specializzato e prevede varie fasi Sopralluogo per verificare la presenza e lo stato delle lastre in fibrocemento (eventuale analisi di campione) Redazione della documentazione da inviare, prima dell’inizio dei lavori, alla ASL di riferimento per ottenere le autorizzazioni. Neutralizzazione del materiale sigillandolo con prodotti dedicati per evitare il rilascio nell’ambiente Bonifica delle zone limitrofe alla rimozione. Smaltimento dell’amianto in discarica.

Costi per Smaltimento amianto Torino

L’amianto è un materiale che è stato molto utilizzato in edilizia. Lo Smaltimento amianto Torino venne scoperto negli anni ’60 e fù stabilito che  per via della sua elevata resistenza che la sua polvere  può causare malattie molto gravi per l’uomo e di conseguenza dal 1992 il suo utilizzo è stato vietato in Italia e in tutta Europa.Purtroppo non si è ancora arrivati a una rimozione completa dell’amianto da tutti gli edifici, la legge (n. 257/1992 e decreto DG Sanità n. 13237 del novembre 2008 “Protocollo per la valutazione delle coperture in cemento amianto”) infatti non obbliga a rimuovere l’amianto (a meno che non sia friabile) ma solo di occuparsi della sua manutenzione. L’Unione Europea ha approvato una risoluzione che prevede un’Europa senza amianto entro il 2028.Le operazioni di smaltimento sono delicate e rischiose, è quindi fondamentale affidarsi ad una ditta qualificata con personale esperto. Se possiedi un immobile di costruito prima degli anni ’90 è necessario controllare l’eventuale presenza di Eternit. La ditta può effettuare un sopralluogo per verificare la presenza e lo stato di amianto nel tuo condominio.

Per maggiori informazioni: smaltimentoamianto-eternit.com