Mastoplastica Additiva a Roma

L’aumento del seno è una delle procedure di chirurgia estetica più frequentemente eseguite e uno dei servizi più popolari. Una Mastoplastica Additiva a Roma può conferire alle donne con seno piccolo o di dimensioni non uniformi un aspetto più pieno, più sodo e meglio proporzionato attraverso il posizionamento di protesi saline o siliconiche. Sotto la nostra cura esperta, le pazienti sottoposte a una Mastoplastica Additiva a Roma potranno in questo modo godere di un aspetto più sensuale, ed essere loro stesse più convinte della propria bellezza. L’aumento del seno può comportare risultati importanti sia di per sé, nonché in combinazione con altri interventi di chirurgia estetica o procedure non invasive. A volte raccomandiamo di combinare una Mastoplastica Additiva a Roma del seno con altri interventi, come un lifting, per risultati ancora più soddisfacenti. L’importante per un chirurgo estetico dovrebbe essere sempre la soddisfazione finale dei propri pazienti, che devono sentirsi contenti del loro nuovo aspetto fisico.

Le protesi impiegate nella Mastoplastica Additiva a Roma

Mastoplastica Additiva Roma
Mastoplastica Additiva Roma

Le protesi mammarie sono realizzate con un guscio di silicone riempito con un gel altamente coesivo. Vengono posizionate dietro ogni seno, sotto il tessuto mammario o il muscolo della parete toracica. La procedura dura circa un’ora ed è in genere eseguita con anestesia generale, anche se abbiamo anche una vasta esperienza nell’esecuzione di questo intervento chirurgico in anestesia locale combinata con sedazione. Le incisioni per la Mastoplastica Additiva a Roma vengono effettuate in punti non visibili sul seno per ridurre al minimo la visibilità della cicatrice (sotto l’ascella, nella piega nella parte inferiore del seno o intorno all’areola, la pelle scura intorno al capezzolo). Il seno viene quindi sollevato, creando una tasca in cui è inserito l’impianto. L’impianto è posizionato sopra o sotto il muscolo della parete toracica. Durante la consultazione va stabilito quale tasca è più adatta a te in base alla Mastoplastica Additiva a Roma. Dopo che gli impianti sono stati posizionati e centrati sotto i capezzoli, le incisioni vengono cucite con suture dissolventi, nastrate e fasciate. La maggior parte delle pazienti si sente un po’ dolorante dopo l’intervento, ma questo di solito passa in un giorno o due e molte tornano al lavoro entro una settimana.

Posizionamento delle protesi nella Mastoplastica Additiva a Roma

La modalità di posizionamento per le protesi mammarie è un’altra decisione importante che può influenzare il risultato finale della Mastoplastica Additiva a Roma. Gli impianti possono essere posizionati sopra o sotto il muscolo, con ciascuna opzione che offre una diversa serie di benefici. C’è chi spesso preferisce comunque posizionare l’impianto sotto il muscolo, in quanto dona un risultato più naturale, consente di ridurre il rischio di increspature visibili e “toccare il fondo” e minimizzare il rischio di contratture: una condizione in cui il tessuto cicatriziale attorno alla protesi mammaria si indurisce e diventa doloroso. Puoi vedere alcuni esempi riguardanti la Mastoplastica Additiva a Roma visionando una grande varietà di tipi di impianti, posizioni di incisione e opzioni di posizionamento nelle gallerie presenti sul nostro sito. Dopo il ritorno a casa, verrai incoraggiata a riposare e rilassarti. Ci si aspetta un certo disagio e forniremo farmaci da prescrizione per gestire il dolore. Puoi saperne di più su tutto questo contattandoci direttamente per informazioni sulla Mastoplastica Additiva a Roma. Gonfiore, lividi e indolenzimento nell’area trattata sono normali dopo l’intervento e potreste notare formicolio, intorpidimento o bruciore ai capezzoli, in particolare se è stato utilizzato l’approccio periareolare. Questi effetti dovrebbero comunque svanire col tempo.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito web: mastoplasticaroma.it